RECENSIONE: Absorption – I Colori del Sangue di Eugene Pitch

Cari followers, oggi vi facciamo scoprire l’hyperbook di Eugene Pitch

51qs0n5w9FLUn hyperbook è un romanzo concepito appositamente per tutte quelle persone che vorrebbero leggere, ma non ne hanno il tempo. Lo stile narrativo trascinante fin dall’inizio e i numerosi personaggi, dotati di straordinaria profondità, danno più ricchezza e dinamicità alla storia. Inoltre le frasi più semplici e concise, e i capitoli brevi ne agevolano la lettura.

LA TRAMA

David fugge da un misterioso passato e vive ora a Londra, in un appartamento fatiscente e lavorando come cameriere in un bar. Il professore è il suo unico amico, un uomo che come lui è appassionato d’arte, cliente del bar e con cui instaura un’insolita amicizia.

Ray, insieme a sua moglie Miranda, vive alla giornata, lavora come fotografo e per questo motivo viaggia in continuazione.
Cos’hanno in comune Ray e David? Assolutamente nulla, almeno fino a quando una banda di criminali ben organizzata non decide di farli incontrare, rapendo loro le persone più care e costringendoli a collaborare.

I due dapprima si muovono separatamente, l’uno inconsapevole dell’esistenza dell’altro, poi le loro strade si incrociano e da lì in poi dovranno unire le forze e portare a termine la pericolosa missione. Ma perché questi criminali hanno scelto proprio loro? Riusciranno a salvare le persone prese in ostaggio?

Questo thriller è un viaggio che collega le terre più remote e diverse, stregando il lettore con un mistero che ha origini lontane, anche nel tempo.
Absorption – I Colori del Sangue è un romanzo carico di colpi di scena, dove l’apparenza inganna.

David è un ragazzo francese emigrato a Londra per lasciarsi alle spalle un brutto passato. Purtroppo ciò non è servito a fargli trovare la vita che desiderava e così si ritrova con un lavoro che non lo soddisfa, maltrattato dai colleghi, sentimentalmente instabile e per di più emarginato dalla società in quanto immigrato. Ma nel suo soggiorno a Londra, comunque, riesce a fare amicizia con un professore appassionato di arte come lui.

Tra i due nasce fin da subito una profonda amicizia tanto che il professore è l’unica persona di cui David si fida e prova dell’affetto.

All’improvviso il professore scompare e l’unico indizio che lascia è un biglietto aereo per Tokyo ed un messaggio riportante una richiesta d’aiuto. Contemporaneamente ad Amsterdam, Ray, fotografo del National Geographic, assiste all’omicidio di una donna in pieno giorno.

Mentre la gente si accalca per vedere la donna morta, in mezzo ad una pozza di sangue, Il fotografo cerca di inseguire ed immortalare l’identità del killer. Ma l’inseguimento finisce quando l’aggressore, per fermare il fotografo, gli tira un pugno in faccia facendogli perdere i sensi.

Appena si riprende, Ray capisce di aver perso le tracce del killer così decide di ritornare in hotel e l’indomani di andare a denunciare l’accaduto al commissariato scoprendo alla fine che il killer era stato già arrestato. Tranquillo, si prepara a partire verso Bali insieme alla moglie Miranda. Appena arrivati decidono di rilassarsi e andare in spiaggia, Ray poco dopo decide di ritornare in hotel per riposarsi.

Quando si risveglia ormai è sera tardi e nota che c’è qualcosa di strano. Sua moglie non è ancora tornata in albergo. Prova a chiamarla e cercarla in spiaccia ma è tutto inutile. Miranda è scomparsa. Poco dopo al fotografo viene recapitato un pacco contente delle indicazioni che deve seguire se vuole salvare la vita della moglie. Gli indizi porteranno Ray fino a Tokyo dove incontrerà lo stesso David.

Entrambi dovranno collaborare e fidarsi l’uno dell’altro per poter terminare il compito che gli è stato affidato e salvare così il professore e Miranda.

È già il secondo hyperbook che leggo e, grazie ad Absorption, devo rivalutare un minimo il genere.

Per spiegarvi in breve, per chi non lo sapesse, un hyperbook sarebbe un romanzo breve composto da più capitoli (anche loro brevi) in cui i luoghi e le situazioni sono minimizzate mentre i personaggi sono sviluppati a fondo, affrontandone la psicologia e l’evoluzione durante la storia.

Il tipo di frasi brevi agevola la lettura del romanzo rendendola scorrevole e piacevole. Inoltre i colpi di scena che si riscontrato a fine di ogni capitolo portano il lettore a proseguire la lettura, creando in esso curiosità e suspense.

Non ho nulla da obiettare, la scrittura è molto chiara e pulita. Nonostante le vicende narrate non siano descritte una dietro l’altra, capita che tra la fine di un capitolo irrisolto bisogna aspettarne due per portare avanti l’evoluzione della storia di un personaggio, ciò non riesce a far perdere il susseguirsi degli eventi. Infatti l’opera di portare avanti la vita di David e Ray in parallelo è riuscita molto bene.

Non l’ho aggiunto nel riassunto ma ci sarebbe un terzo personaggio, quello di Vince che io ho apprezzato molto; questo povero pittore disperato che gira tutta l’Europa pur di dimenticare la donna amata che l’ha rifiutato (non vi dico altro, quando leggerete il romanzo capirete il motivo!)

Insomma questo libro, in gran parte, è riuscito ad assorbirmi (come dice anche il titolo)!

Ve la consiglio come lettura solo se siete appassionati di thriller o del genere hyperbook.

Cristal (Recensionista Sognare).


Ebook: https://amzn.to/2LlooMk
Cartaceo: https://amzn.to/2uIHGRe

Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...