REVIEW TOUR: TAPPA – IL BORDELLO E LE CORTIGIANE ft. Blog Mondo Segreto – At World’s End. Wanted Pirates di Sabrina Pennacchio

Cari sognatori, anche oggi ospitiamo per suoi problemi tecnici, il Blog Mondo Segreto per la sua seconda tappa legata all’evento della riedizione del romanzo di Sabrina Pennacchio quindi ora cediamo la parola di nuovo alla nostra amica blogger Rosanna!!!

cover pennacchioTITOLO: At World’s End – Wanted Pirates
AUTORE: Sabrina Pennacchio
GENERE: azione, avventura
DATA DI USCITA: 11 marzo 2018 (prima edizione)

«Nel frattempo, prenderò il tuo tesoro più prezioso, signor generale»
XIX Secolo – Oceano Atlantico.
Alcuni narrano che Calico Jack, il più temuto fra tutti i pirati, sia stato giustiziato in Giamaica molti anni or sono; altri narrano, invece, che questi sia tornato dal mondo degli inferi dopo un accordo con Satana, per continuare a terrorizzare i mari indisturbato.

Il bordello di Miss Elisa svolge un ruolo fondamentale nell’intreccio della trama del nostro romanzo. Fin da subito è chiaro a Marina Charlotte che quello è un posto molto caro al nostro pirata, che il rapporto tra miss Elisa e Calico nasconde più di un segreto…

Molte donne povere o abbandonate o vendute da uomini senza scrupoli finivano a lavorare per il bordello. In una realtà maschilista e bigotta le donne non avevano potere decisionale, ma erano oggetti privi di volontà per la cultura imperante per cui finivano a lavorare in case di piacere. Alla guida vi era una matrona esperta che era colei che contattava. Più la clientela era altolocata e nobile e più le donne dovevano apparire sensuali, docili e discrete. pronte a nascondere ogni segreto ed a rallegrare gli intrattenitori.

In alcuni casi i bordelli erano approvati dallo stato e in epoca rinascimentale venivano visti come un metodo per rimediare all’omosessualità molto diffusa.

Per le donne dei bordelli non c’era modo di riscattarsi o scappare perché lo scandalo non le avrebbe concesso di rifarsi una vita.

Non è difficile immaginare che nei figli delle donne dei bordelli o dei ceti poveri nascesse una voglia di ribellione e riscatto verso quella nobiltà che tutto poteva a sfregio della povera gente.

Cresciuto in quel clima l’uomo che si fa chiamare Calico Jack sviluppa sentimenti di ribellione e vendetta verso quella nobiltà che gli aveva tolto tutto e per vendicarsi progetta il rapimento della nostra Marina.

In quelle stanze il rapporto tra Calico e Marina raggiunge il punto più doloroso di tutta la prigionia. Il biondo pirata le mostra il suo lato spietato e crudele portando il suo desiderio di rivalsa a farlo sprofondare nell’inferno delle sue azioni.

«Mi sono sempre piaciute le vergini, sapete?» fece, retorico, abbassando lo sguardo per osservarla, come se la spogliasse con gli occhi in quel preciso istante, iniziando a sfiorare il profilo della donna con l’altra mano, partendo dal collo fino a scendere più giù, parlando ad ogni tappa.
«Ingenue, inesperte…» 
Il sorriso si allungò mentre la mano, ormai sui fianchi di lei, si mosse appena per un suo sussulto.
«Spaventate. .»
A quella parola il suo sguardo tornò a posarsi sul volto di lei che non riusciva a muovere neanche una ciglia, in preda al terrore per il suo comportamento e al disgusto più totale.
«Ma che alla fine fanno tutto ciò che voglio».”

Questa presentazione richiede JavaScript.

Perdetevi anche voi nelle pagine di questo bellissimo romanzo facendovi travolgere dai misteri e dagli intrighi del tenebroso Calico Jack!!!

Rosanna.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...