BLOG TOUR + GIVEAWAY – 3ª tappa: ESTRATTI – Salvezza (The Protectors vol.2) di Sloane Kennedy

19657451_1369751666453808_9172580512138556_n.jpg
Benvenuti cari sognatori!! 😀
Siamo liete di ospitarvi nella terza tappa del favoloso Blog Tour del romanzo “Salvezza”, secondo volume della serie The Protectors della bravissima scrittrice Sloane Kennedy!!!
Grazie alla collaborazione con la Quixote Edizioni vi presentiamo un estratto di questo coinvolgente e stravolgente libro.
Ci teniamo ad avvisare che il romanzo contiene scene abbastanza violente nel suo genere erotico (segnalate all’inizio del libro) che potrebbero turbare anime sensibili, ma necessarie per riuscire a comprendere la storia ed i personaggi stessi!

51XRsFtuQ0L.jpg


Titolo:
Salvezza
Titolo originale: Salvation
Serie: The Protectors vol.2
Autore: Sloane Kennedy
Cover artist: Simply Defined Art by Jay Aheer
Genere: M/M, Erotic romance
Formato: E-book (Mobi, Epub, Pdf) e Cartaceo
Pagine: 360
Prezzo: 4,90 € su Amazon, Kobo, Itunes, Store QE
Data di uscita: 10 Luglio 2017

Trama: Il chirurgo ortopedico Ronan Grisham ha perso tutto, il giorno in cui l’uomo che amava gli è stato portato via in un brutale attacco. Guidato dalla sete di vendetta, impiega il suo odio per costruire un gruppo clandestino che può fare ciò che non è stato in grado di fare in quel giorno fatale… togliere la vita ai colpevoli per salvare quella degli innocenti. Ma, anni dopo, è costretto ad affrontare l’unico legame con il suo passato che non può tagliare.

Sette anni dopo la perdita dei genitori in una violenta incursione a casa sua, che l’ha lasciato deturpato in modo permanente sia fuori che dentro, il ventunenne Seth Nichols sta cercando di rimettere insieme i cocci della sua vita, per poter prendere in mano le redini della multinazionale di trasporti del padre. Ma l’ultima persona che si aspettava tornasse nella sua vita è l’uomo che lui ha fatto scappare con un innocente bacio rubato.
Con uno sfiorare di labbra, Seth è stato grado di fare a Ronan quello che non era riuscito a nessuno, sin dal giorno in cui Ronan stesso aveva guardato spegnersi per sempre la luce negli occhi del suo compagno. Ha fatto sì che desiderasse di nuovo. Ma Ronan non può desiderare nessuno, meno di tutti il fratello minore del suo defunto amore. Perché anche un solo tocco di Seth potrebbe mandare in frantumi il suo mondo costruito con cura, e lui sa che non ci sarebbe possibilità di ritorno da quello, non una seconda volta.
Ma quando una serie di attacchi via via più aspri contro Seth forzano Ronan a tornare nella sua vita, Seth si rende conto che quella è la sua ultima possibilità per dimostrargli che può essere l’uomo di cui il chirurgo, ora a pezzi, ha bisogno. Solo che il Ronan che ricompare non è lo stesso di cui Seth si è innamorato tanto tempo prima…
Salvezza - ebook - cover - italiano.jpg
L’estratto proposto è Spoiler Free, cioè NON ci sono spoiler.

Estratto: “Seth”

“Sentii le lacrime pizzicarmi gli occhi mentre iniziavo a estrarre dal frigo delle cose per la cena. Non avevo creduto possibile che la mia giornata potesse andare ancora peggio, dopo la rapina subita nel pomeriggio, ma, oh, mi sbagliavo. Ero stato stupido a pensare che Ronan si fosse fatto vedere per qualunque altra ragione che non fosse l’obbligo, ma il mio comportamento nel bagno aveva rovinato ogni cosa, perché per il più breve dei momenti avevo davvero creduto che mi desiderasse… non semplicemente qualcuno, non Trace… me. Il fatto che non fossi nemmeno un sostituto adeguato era divenuto chiaro quando Ronan si era allontanato da me abbastanza in fretta, nell’ingresso. Avevo pensato che fosse solo scocciato, alla spiaggia, quando si era sottratto dopo che l’avevo toccato per richiamare la sua attenzione, ma quando l’aveva fatto di nuovo vicino alla porta d’entrata della casa, avevo finalmente capito che mi ero totalmente sbagliato nel pensare che fosse cambiato  qualcosa, dal giorno in cui era uscito dalla mia vita tre anni prima.
Avvertii Bullet strofinarsi contro la mia gamba e, guardando in giù, vidi i suoi occhi marroni osservarmi consapevoli. Il mio cane aveva un talento per sentire quando la mia ansia stava cominciando a raggiungere il picco e aveva dato prova di essere più di un semplice animale da compagnia, nel corso degli anni. Misi giù il coltello che stavo usando per tagliare le verdure e scivolai verso il basso, sedendomi sul pavimento, con la schiena appoggiata al mobiletto. Bullet mi si spalmò in grembo all’istante e mi infilò la testa sotto il mento. Riuscii a ricacciare indietro le lacrime, ma non esitai a seppellire la faccia nella sua pelliccia morbida, nel tentativo di riprendere il controllo di me stesso. Non mi sfuggì l’ironia che, proprio il cane che Ronan mi aveva regalato appena dopo la morte di Trace, fosse ora la mia sola fonte di conforto.
Ricordavo ancora il giorno in cui era arrivato con quell’agitata palla di pelo marrone e nero. Era stata la prima volta che lo avevo rivisto, da quando avevo saputo della morte di Trace, due mesi prima. La notizia era stata devastante, ma ancora di più per il fatto che avevo dovuto affrontarla da solo.
Mia nonna era venuta a vivere con me, dopo la morte dei miei genitori e il ritorno di Trace sotto le armi, ma a qualche settimana dal suo arrivo mi ero accorto che la sua salute mentale aveva iniziato un rapido declino e che ogni giorno me la portava via sempre di più. Così, quando il cappellano militare e il rappresentante dell’esercito erano comparsi per dirmi che Trace era morto durante un’esercitazione, mia nonna non aveva capito chi fossero i due uomini e perché fossero lì. Avevo finito per sistemarla davanti alla televisione e accendere il canale sportivo che, per qualche ragione inspiegabile, era l’unica cosa che la tenesse occupata per una certa quantità di tempo. E poi avevo ascoltato quegli uomini fare i loro discorsi su quanto fosse stato importante l’apporto di Trace al nostro Paese. Non mi era importato nulla, di quello, ovviamente. Tutto quello di cui mi preoccupavo era tentare di capire come fossi finito dall’avere una famiglia quasi perfetta, con dei genitori che mi amavano e un fratello che idolatravo, all’essere un orfano all’età di quattordici anni.
E poi era comparso Ronan. Non mi aveva mai spiegato perché non fosse venuto prima, o perché non fosse stato lui a dirmi di Trace, e io non gliel’avevo chiesto. Ero stato così felice di vederlo che non mi importava di saperlo. Allora non mi odiava, perché la prima cosa che avevo fatto quando avevo aperto la porta e l’avevo visto fermo là, era stata avvolgergli le braccia attorno al corpo e piangere per dieci minuti buoni. Il cucciolo era rimasto schiacciato fra di noi e aveva passato tutto quel tempo a leccarmi la faccia, mentre Ronan mi aveva tenuto stretto e detto che sarebbe andato tutto bene.
E per alcuni anni, tutto era andato bene. Perché nonostante la sfida del cercare di gestire tutto quello che era accaduto, così come la malandata salute di mia nonna, avevo la prospettiva delle visite di Ronan, da attendere con impazienza. E sebbene non fossero regolari o frequenti, il solo sapere che lui era là, se avessi avuto bisogno, era sufficiente a farmi andare avanti.
Fino a che tutto finì.
Ricordo ancora il giorno in cui puntai tutto… e persi.
Non avevo progettato di baciare Ronan… sì, avevo sognato di farlo, ma non l’avevo architettato. Solo che quando mi aveva circondato con le braccia, per salutarmi e dirmi che sarebbe tornato presto, avevo sentito la sua guancia sfregare contro la mia mentre si ritraeva da me ed ero stato assalito da un bisogno che non avevo mai provato, così avevo girato la testa quel tanto che bastava per poter strofinare le mie labbra sulle sue. Lui si era raggelato sul posto, mentre io ricoprivo la sua bocca con la mia e, quando mi ero tirato indietro, avevo sentito le sue dita premere sulla mia schiena nel punto in cui mi teneva stretto. Ero stato sicuro che fosse il segno che mi desiderava, che gli era piaciuto quello che avevo fatto, ma poi aveva abbassato le braccia lentamente e si era allontanato. Nell’attimo in cui avevo visto lo sguardo nei suoi occhi, avevo capito di aver rovinato tutto.
Non si era arrabbiato, non mi aveva domandato perché l’avessi fatto o chiesto che non accadesse di nuovo. In effetti, non aveva detto assolutamente nulla. Mi aveva solo guardato come se non mi conoscesse e si era girato, era uscito dalla porta e non l’avevo più sentito.
Fino a oggi.”

Per scoprire l’estratto del blog M/M e dintorni clicca sull’immagine qui sotto! 😉


Per partecipare al Giveaway è necessario seguire le seguenti regole obbligatorie:
1) Mettere MI PIACE alla pagina fb di Quixote Edizioni QUI;
2) Mettere MI PIACE alla nosta pagina fb QUI;
3) Condividere il post del blog sul proprio profilo Facebook in modalità pubblica, taggando amici e/o contatti che potrebbero essere interessati;
4) Compilare il Form su Rafflecopter QUI
Regole Extra Facoltative:
1) Chiedere l’iscrizione al Gruppo Fb di Sloane Kennedy (lingua inglese) QUI;
2) Iscriversi al nostro blog.
Il Giveaway terminerà lunedì 7 Agosto a mezzanotte.
Martedì 8 agosto la Quixote Edizioni proclamerà il vincitore sulla sua pagina Facebook!

❤ Buona fortuna!!!

Inoltre, vi ricordiamo di seguire tutte le tappe del Blog Tour!
Oguna di esse contiene contenuti esclusivi differenti per farvi apprezzare e innamorare ancora di più questo romanzo!
Eccovi il calendario con tutte le date ed i blog associati… 😉
calendario blog tour.PNG

51XRsFtuQ0LTitolo precedente:
1. Assoluzione

Ebook
http://amzn.to/2uSPFhj
Cartaceo
http://amzn.to/2uT12Ga

Ciao! Lo sai che siamo affiliati Amazon?! Se ti piace il nostro blog e vuoi acquistare un libro clicca su i nostri link! Tu non spendi un soldo in più, ma aiuti noi a crescere e a migliorare! Grazie! 😉

Annunci

One comment

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...